Il Sisde spiava l’ex ambasciatore italiano in Somalia Scialoja

L’ambasciatore italiano in Somalia Mario Scialoja – a Mogadiscio durante la missione Restore Hope – fu spiato dal Sisde, il vecchio servizio segreto civile italiano nell’ambito delle investigazioni sull’omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, avvenuto a Mogadiscio il 20 marzo del 1994. I documenti classificati con timbro “Riservato” sono tra gli atti desecretati di recente dal Governo italiano.
Scialoja – che è morto nel 2012 – si era convertito all’Islam e, secondo gli 007 del Sisde, era entrato in contatto con il segretario generale della lega islamica mondiale Abdjxlah Al Turki.
Tempo dopo si apprese che durante la sua attività di ambasciatore sarebbero arrivati ordini precisi da Roma di non avventurarsi con ipotesi sull’omicidio di Ilaria Miran. E’ emerso dalla lettura di alcune informative del Sismi – il vecchio servizio segreto militare – nell’ambito di una audizione fatta a palazzo San Macuto dell’ex colonnello del servizio segreto militare Luca Rajola ascoltato dalla Commissione di inchiesta parlamentare. Nelle informative

redatte dal Sismi si fa preciso riferimento alla esistenza in Somalia, dopo la caduta del governo di Siad Barre di gruppi islamici di tipo fondamentalista e della esistenza di
campi di addestramento sempre di matrice islamica. I documenti desecretati che riguardano l’ex ambasciatore Scialoja sono 101. Le ragioni dell’attività informativa sull’ex ambasciatore non sono ancora note. Ma fu lo stesso Scialoja a spiegare all’epoca che Ilaria – come emerge dal libro-inchiesta di Fabio Amendolara “Il caso Ilaria Alpi” (edizioni e-letta) – aveva riferito ai suoi colleghi di aver ricevuto minacce in Somalia e per questo era preoccupata.

L'appunto del Sisde sull'ex ambasciatore italiano in Somalia Mario Scialoja
L’appunto del Sisde sull’ex ambasciatore italiano in Somalia Mario Scialoja

L'ex ambasciatore italiano in Somalia Mario Scialoja
L’ex ambasciatore italiano in Somalia Mario Scialoja
Precedente Nell'ultima intervista di Ilaria Alpi la chiave del giallo Successivo Mariangela Gritta Grainer: "Le minacce a Ilaria cancellate dai documenti"

Lascia un commento


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>